ANLC: Siena, Fidc e Arcicaccia abbandonano gli Atc

Pubblicato il 24 Luglio 2014 in ANLC Enrico Già letto 100 volte

anlcBravi, avete governato le ATC con maggioranza numerica e politica da sempre, avete condizionato (sarebbe meglio dire congestionato) la gestione venatoria a favore delle lobby che avete al vostro interno, a discapito delle attività agricole, e di coloro che pensavano che la gestione doveva essere paritaria, per tutte le pratiche di caccia e non di pochi eletti. Adesso vi defilate lasciando solo danni che avete provocato, e insieme con voi coloro che sono stati nominati dall’AAPP, che dovevano essere super parte ma erano solo vostri uomini (vedi presidenti e vice appartenerti a feder e arci).

Abbiate il coraggio di dire quale è il vero motivo x cui vi defilate, la spinta o la goccia che vi ha fatto traboccare il vaso forse è venuta dall’assemblea di MONTERIGGIONI del 17 c.m. nella quale l’assessore regionale Salvadori ha evidenziato la disastrosa gestione degli ungulati.
(QUELLO CHE NOI DENUNCIAMO DA ANNI)

Certo ora non potete tornare indietro, perche un cambio di passo vi costerebbe una forte perdita di consensi, all’ora ecco la vostra machiavellica decisione, di defilarvi dalla atc, per non trovarvi costretti a prendere decisioni che per voi sarebbero state un salasso di tessere.

Noi abbiamo da tempo denunciato la disastrosa gestione e di conseguenza lo sperpero di risorse, usate solo per pagare danni e prevenzione, senza avere paura di perdere consensi, anzi l’aumentiamo perché i cacciatori quelli con la C maiuscola sono con noi, come ho scritto in una lettera aperta all’iscritti della ANLCL che è stata pubblicata sul nostro sito, sul sito dell’URCA e del CACCIATORE.COM, che termina cosi:
 …….. se l’egoismo prevale sul buon senso, se la ciccia è più forte della passione, lasciate la nostra tessera, anzi, VI INVITO a lasciarla perché noi non vi vogliamo nella nostra grande LIBERA CACCIA, perché L I B E R A vuole dire da sudditanze politiche, da lobby, e interessi di parte

Certo che anche le Associazione Agricole ci hanno messo del suo, per arrivare in questa più che critica situazione di sbando (credo che sarebbe giusto che dessero spiegazioni ai propri iscritti) anche loro per probabili inciuci politici, hanno preferito defilarsi, prima di tutti dalle ATC, e non assumersi quelle responsabilità decisionali, che insieme con noi avrebbero certamente tamponato l’emergenza con ottime prospettive di superarla.

BENE ora ognuno si prenda le proprie responsabilità, noi restiamo nelle ATC dove i nostri iscritti ci hanno messo per difendere i loro interessi, e solo loro possono decidere le nostre dimissioni.

Chiediamo al Presidente della Provincia di sostituire i dimissionari e nominare altri membri fra le Associazioni venatorie (ANLC – ENALCACCIA) che intendono responsabilmente trovare soluzioni condivise anche con il mondo agricolo per riportare alla normalità la gestione venatoria nella nostra provincia, ridurre drasticamente i danni, investire sulla piccola selvaggina lepre e fagiano, rivedere le ZRC , ZRV, Oasi che non hanno i requisiti per essere, insomma fare quella programmazione sul territorio, avvalendosi della collaborazione di persone preparate ed esperte per ritornare ad essere quella Provincia che un tempo era considerata il fiore all’occhiello della TOSCANA.

P.S. Vi è un passaggio sulla lettera: “ Siena: Arcicaccia e Fidc si ritirano dagli ATC “ che ci trova pienamente d’accordo, cita testualmente:

………Alla luce di quanto sopra rivendicando la nostra coerenza e linearità che ci ha visti sino ad oggi pienamente responsabili.
E’ VERO PIENAMENTE RESPONSABILI VE NE DIAMO ATTO.

Presidente Provinciale ANLC – SIENA
BIONDI MAURO

Tratto da: ilcacciatore.com

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...