Poteri Sostitutivi sui Calendari Venatori. Il Consiglio dei Ministri nella sua riunione n° 100 del 15.01.2016, ha esercitato i poteri sostitutivi per fermare il prelievo di alcune specie di uccelli migratori.

Pubblicato il 20 Gennaio 2016 in Enalcaccia Enrico Già letto 310 volte

Come ricevo, così pubblico.

logo enalcacciaE bravi!   Ancora una volta il Consiglio dei Ministri  nella sua riunione n° 100  del  15 Gennaio  2016 ha esercitato i poteri sostitutivi sul calendario venatorio di sette regioni: Toscana, Liguria, Lombardia, Umbria, Marche, Puglia e Calabria.  Ordina la chiusura della caccia al 20 Gennaio c.a. a beccaccia, cesena, tordo bottaccio.  Personalmente penso e credo che questi atti improvvisi, non fatti prima dell’inizio della stagione venatoria per cui  il cacciatore poteva rinnovare o meno la licenza di caccia, non debbano essere chiamati  “poteri sostitutivi”, ma  “poteri dittatoriali”.  Ebbene si!  Dittatoriali,  viste  anche le conclusioni a cui erano addivenuti i tecnici della Regione Toscana nella preparazione del calendario venatorio, ai quali era richiesto di motivare il calendario venatorio sulla base di approfonditi studi scientifici. -Vedi Delibera n° 377  del  30-03-2015, estratto dal verbale della seduta del 30.03.15 della  Regione  Toscana-  dalla pagina  16 alla 23, dove, a seguito di seri e documentati studi che danno precisa ed ampia letteratura scientifica (sono stati consultati pareri anche su ISPRA, CIRSeMAF, Osservatorio Ornitologico, Key concepts, INFS, RRN, Wetlands Internaz. Bird Life Intrnaz. LMMA  tutti consultabili nel verbale suddetto  e scritti di  tecnici faunistici vari e chi più ne ha più ne metta) si consentiva il prelievo delle suddette specie fino al 31 Gennaio. (legge R. T. n° 20). Il tutto fu  ampiamente concordato con le associazioni venatorie regionali, furono illustrate, da parte dei funzionari della regione e messe per scritto tutte le ragioni scientifiche, come la stessa direttiva riconosceva e riconosce, di motivare tali prelievi sulla base di approfonditi studi scientifici, per poter cacciare la beccaccia, la cesena, il tordo bottaccio fino al 31 Gennaio del 2016.   Infine, forse da buon “ignorante” mi  chiedo:  le leggi, dopo essere approvate, non dovrebbero passare al controllo sulla legittimità e dalla Corte dei Conti?   Entrare in vigore alcuni giorni dopo – vacatio legis – l’approvazione? Tempi necessari per poter ricorrere.  Forse di questi tempi e controlli non hanno bisogno gli atti di “potere sostitutivo”?

Considerazione  personale.  Sembra impossibile che certi Governi facciano di tutto, potrei citare molti altri casi, per perdere voti alle prossime elezioni.  Alcuni componenti di loro, fra l’altro, hanno anche il coraggio, nei nostri purtroppo rari incontri avvenuti prima e dopo le elezioni, di sostenere …. “I cacciatori ci hanno tradito” ….. e certo che  tradiscono se si continua ad esercitare questi … poteri  …   Sollecitiamo e restiamo in attesa della decisione o presa di posizione della Regione Toscana.

Egregi Ministri, come Enalcaccia Regionale  Toscana ci  opponiamo a codesta, purtroppo, ormai presa decisione.

       Eugenio  Contemori

Delegato Regionale Enalcaccia Toscana

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...