Problema cinghiali. Fanno razzia di uve e mettono a rischio la vendemmia

Settembre 12, 2016 in Contenimento Danni

Chianti Classico, Maremma Toscana, Grossetano, Montalcino: l’intera Toscana è messa sottosopra dall’assalto di ungulati che depredano le vigne. La vendemmia è a rischio, e le leggi non sembrano porre rimedi sufficienti.

cinghialiOggi 6 settembre i nostri vigneti sono letteralmente depredati dai cinghiali. Abbiamo già perso il 10-15% del raccolto ma siamo ancora a 20 giorni dalla vendemmia ammesso che, fra 20 giorni, nelle vigne ci sia ancora qualche grappolo non addentato dai ghiotti ungulati”. Inizia così la lettera aperta all’Assessore all’agricoltura della Regione Toscana, Marco Remaschiscritta da Donatella Cinelli Colombini, presidente del Consorzio Orcia Doc, per denunciare l’ennesima emergenza dovuta agli animali selvatici in Toscana. Per la viticoltura della regione l’abnorme presenza degli ungulati (cinghiali, caprioli, daini, cervi, ecc.), 4 volte superiore alla media nazionale, è una iattura che colpisce il settore quanto una Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

La vendemmia dei cinghiali: l’Italia fa la conta dei danni

Novembre 25, 2015 in Articoli

La raccolta dell’uva fa gola anche a caprioli, cinghiali, daini e cervi: un vecchio problema alla ricerca di nuove soluzioni. La Toscana è la regione più colpita e Liberatore (Chianti Classico) parla di “una situazione fuori controllo”. Riuscirà la nuova proposta di legge a risolvere il problema?

cinghiali_parcoGli ungulati in numero

A Castello di Brolio le uve divorate dagli ungulati sono state quantificate in 1000 quintali, Castello di Meleto lamenta la perdita di 500 quintali, mentre a Rocca di Castagnoli sono stati 700 pari a 490 ettolitri di vino. È andata meglio – si fa per dire – a Badia a Coltibuono dove i quintali persi sono stati tra i 250 e i 300. Complessivamente le quattro aziende dispongono di 540 ettari di vigneto, hanno un fatturato di oltre 30 milioni di euro e, compreso l’indotto, danno lavoro a centinaia di persone. Insomma sono una “fonte” piuttosto attendibile e, tutti insieme, hanno mandato un grido di allarme alle istituzioni. In Toscana, Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...