Fauna selvatica, un milione di danni all’agricoltura

dicembre 21, 2016 in Agricoltura, Contenimento Danni

I dati presentati al convegno “Caccia e agricoltura, convivenza di norma” organizzato dall’Unione Provinciale Agricoltori

Siena, 19 dicembre 2016 – La fauna selvatica continua a essere un grave problema per gli agricoltori del territorio senese: un’auspicata convivenza armonica tra aree coltivate e animali lascia spazio, anno dopo anno, a numeri preoccupanti: la stima dei danni arrecati agli agricoltori nel 2016, è di oltre un milione e 100mila euro, oltre 300mila euro in più rispetto a quella del 2015. Non possono bastare le sole recinzioni, serve una più stretta collaborazione con il mondo venatorio, nonché maggiori controlli della selvaggina, causa anche di gravi incidenti stradali. Il 74 per cento dei danni è stato provocato dai cinghiali, il 18 dai caprioli e il restante Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Enpa: “Non esiste un Paese minacciato da cinghiali, lupi e orsi, basta numeri a casaccio, ci vogliono censimenti”

agosto 11, 2016 in Animalisti, Enpa

Cuccioli cinghialeL’Ente Nazionale Protezione Animali, anche a fronte dei ripetuti e infondati allarmi circa la presenza delle specie selvatiche sul territorio del nostro Paese, ritiene ormai indifferibile la necessità di condurre su tali popolazioni censimenti scientifici, gli unici che possono fornire indicazioni oggettive e realmente attendibili circa la numerosità di tali specie.

Secondo l’associazione, le stime che di tanto in tanto vengono diffuse da soggetti politici e da alcuni gruppi di interesse, proprio perché si Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

I cinghiali colpevoli di 300 incidenti all’anno

giugno 7, 2016 in Incidenti

Sul banco degli imputati anche i daini e i cervi che finiscono sulle strade e nei campi. Coldiretti stima danni milionari e scrive alla Regione

CinghialeFIRENZE — Il cinghiale che all’improvviso spunta dietro una curva e provoca la brusca frenata spesso causa di incidenti anche gravi. Oppure il cervo, il daino o il capriolo che con le loro ‘incursioni’ provocano inconsapevolmente gravi problemi alle colture. Tutto questo, sommato insieme, è causa didanni milionari che ora finiscono nero su bianco nella lettera presentata da Coldiretti Toscana al presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e all’assessore all’agricoltura Marco Remaschi. +

Colpa, secondo l’associazione, di una popolazione eccessiva di animali, stimata in oltre 400mila esemplari. Si calcola che ci siano 200mila cinghiali, 200mila caprioli, 8mila daini, 4mila cervi.

“Continuano ad essere richiesti interventi e segnalati danni, ma nulla si muove. – protesta il presidente di Coldiretti Toscana Tulio Marcelli,  la sentenza della  Consulta dello scorso aprile, riferita alla illegittimità costituzionale di Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Invasione di caprioli sull’ Autopalio, decine di animali in carreggiata

aprile 27, 2016 in Incidenti

incidenteE’ ancora allarme caprioli. Dopo i numerosi avvistamenti e, purtroppo,investimenti avvenuti pure in aree urbane nelle ultime due settimane, un branco di ungulati ha di nuovo «invaso» l’Autopalio. Una decina di esemplari sulla carreggiata, suscitando interesse e preoccupazione degli automobilisti. Un timore giustificato viste le possibili conseguenze che l’investimento di un capriolo può comportare, drammatiche per l’animale, non meno rischiose per chi si trova in auto o peggio ancora in sella a un ciclomotore. Come illustrato nei giorni scorsi sul nostro giornale da Francesco Bruni, veterinario convenzionato con la Provincia per il recupero degli animali selvatici.

L’ennesima invasione dell’Autopalio è avvenuta l’altra notte e soltanto l’intervento della polizia stradale di Montepulciano ha evitato il peggio. Dopo l’allarme Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Pistoia. Fauna selvatica e incidenti stradali: sperimentazione della cartellonistica per la prevenzione

novembre 16, 2015 in Incidenti

pericolo animali selvaticiIl fenomeno degli incidenti stradali causati dalla fauna selvatica, in prevalenza dagli ungulati, sta assumendo in Toscana proporzioni rilevanti, con notevoli implicazioni di carattere socio economico. Infatti, l’elevato grado di antropizzazione che caratterizza il nostro territorio, le modifiche dell’ambiente rurale e agroforestale, in concomitanza con l’incremento numerico di alcune popolazioni faunistiche, crea una situazione di potenziale pericolo per numerosi tratti stradali, con maggiore frequenza in alcuni orari e giorni della settimana.

La Provincia di Pistoia si è attivata negli ultimi anni per cercare di sensibilizzare l’opinione pubblica della problematica con una serie di iniziative Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Incidenti stradali : Coldiretti, 18 morti causate da animali nel 2015, +64%

novembre 16, 2015 in Coldiretti, Incidenti

incidente-cinghialeSono 18 le morti causate da incidenti con animali selvatici nei primi nove mesi del 2015 con un incremento del 64 per cento rispetto al valore complessivo del 2014 quando le vittime erano state 11. E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dei dati dell’Osservatorio Il Centauro – ASAPS, in occasione della divulgazione delle statistiche Istat sugli incidenti stradali. Gli effetti della proliferazione degli animali selvatici – sottolinea la Coldiretti – si fanno sentire dunque anche sulle strade dove nei primi nove mesi del 2015 si sono registrati 148 incidenti significativi di cui 139 sulla rete ordinaria e 9 in autostrada o extraurbana principale, nei quali sono morte 18 persone e Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Sammuri: “Proliferazione degli ibridi di Cinghiale, aree protette vittime al pari di agricoltori e cittadini”

agosto 10, 2015 in Incidenti, Parchi

sammuriLa morte di un anziano, provocata dall’aggressione di un suide, vicino a Cefalù, all’interno del Parco regionale delle Madonie ripropone la questione del controllo e contenimento di questi animali, che in alcune aree italiane sono indubbiamente in sovrannumero. Tra queste il comprensorio del Parco delle Madonie dove da tempo proliferano gli ibridi, incroci tra maiali inselvatichiti e cinghiali. Posso testimoniare che più volte al legislatore è stato chiesto di assumere provvedimenti ad hoc, a cominciare dagli abbattimenti selettivi. Sono d’accordo con il presidente del Parco delle Madonie Pizzuto: il parco, nel caso di specie, mi pare una vittima del problema, al pari degli agricoltori e dei cittadini che subiscono danni. Ogni giorno leggo articoli provenienti da tutt’Italia sul problema dell’abnorme presenza di cinghiali, chiamando spesso in causa le aree protette. Per oltre 30 anni, a Siena e in Maremma, mi sono occupato professionalmente di gestione del cinghiale. Si dice che qui si cresca allevati a pane e cinghiale ed è abbastanza vero se si pensa che un secolo fa il cinghiale in Italia era presente in pochissime zone, tra cui la Maremma e che il cinghiale originario dell’Italia Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...