Gli abbattimenti di cinghiali e daini dividono la Toscana, il Wwf: “Una strage programmata”

Novembre 19, 2015 in Ambientalisti, Repubblica

Gli ambientalisti sulla proposta della giunta in discussione al consiglio regionale: “Nella legge troviamo solo il fucile, sarà una stagione di sangue”. Nelle campagne il più alto tasso di cervi e ungulati d’Europa: sono 500 mila

CinghialeIl Wwf questa volta non usa mezzi termini: nella legge toscana sull’emergenza degli ungulati, dice l’associazione ambientalista, “troviamo solo e soltanto il fucile. E’ una strage programmata che non porterà a nessun risultato se non a insanguinare ulteriormente le nostre campagne e mettere a rischio anche tutti i cittadini”. In una regione dove la diffusione di cinghiali, daini, cervi è la più alta d’Europa in rapporto al territorio le polemiche sulla proposta di legge che si sta discutendo in consiglio regenale, e presentata dalla giunta a inizio novembre, non accennano a placarsi. In Toscana gli ungulati sono circa 500 mila, “che stanno oggettivamente creando enormi difficoltà e danni sia in agricoltura che sul fronte dell’incolumità personale, nelle campagne come nei centri abitati”, aveva dichiarato l’assessore regionale all’agricoltura Marco Remaschi. Da abbattere, secondo i calcoli della Regione, sarebbero almeno 250 mila capi.

Se la proposta di legge secondo la Confederazione dei cacciatori toscani è “buona ma Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

ISPRA risponde alle nostre osservazioni circa i piani di abbattimento

Agosto 10, 2015 in Ispra

logo urca senese uncaaIn relazione alla nostra richiesta di rivedere i piani di abbattimento concordati con la Provincia di Siena, l’ISPRA ha risposto alla nostra del mese di Luglio con un documento molto dettagliato che potrete leggere alla fine di questo articolo.

Emerge chiaramente che i piani di prelievo sono definiti in base ai censimenti ma soprattutto in base agli abbattimenti che vengono fatti nelle stagioni venatorie precedenti.

Viene sottolineato inoltre, che il metodo di censimento in battuta ha dato nel corso degli anni risposte eterogenee e percentuali di bosco non sufficientemente adeguate per la tipologia Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Osservazioni riguardo ai piani di abbattimento cervidi e bovidi 2015/2016

Luglio 6, 2015 in Comunicati

logo urca senese uncaaEgregi Signori,

Siamo, nostro malgrado, di nuovo a commentare l’ennesimo episodio che colpisce duramente la caccia di selezione nella nostra Provincia.

Dopo aver dovuto subire la decurtazione del diritto ad esercitare la caccia di selezione sulla specie cinghiale (perché di questo si è trattato), dopo aver aspettato per un mese l’apertura della caccia al capriolo, che da calendario regionale parte il primo di giugno, ci troviamo per le mani un piano di abbattimento RIDICOLO, ennesima dimostrazione dell’inefficienza delle amministrazioni locali e dello spirito animal-conservatore di ISPRA. Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Comunicazione agli associati URCA

Maggio 15, 2015 in Comunicati

logo urca senese uncaaConsiderato le attuali difficoltà organizzative degli ATC e degli enti locali, conseguenti all’adeguamento al nuovo ordinamento regionale, potrebbero verificarsi ritardi nell’apertura della stagione venatoria 2015-2016, soprattutto per quanto riguarda la caccia di selezione ai cervidi, che per il maschio di capriolo è prevista per il primo giugno.

Mentre siamo ampiamente in ritardo per la selezione del cinghiale, che secondo l’ISPRA poteva iniziare dal 15 aprile.

Considerato i tempi ristretti tra la chiusura della stagione venatoria 2014-2015 e l’apertura della successiva:

Per facilitare gli ATC nell’elaborazione dei dati, l’Ufficio risorse Faunistiche e Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Lettera di protesta del Coordinamento Provinciale di Siena

Aprile 27, 2015 in Atc 17, Atc 18, Atc 19, Comunicati

braccia conserteOrmai in tutte le occasioni gli organi politici e tecnici delle amministrazioni pubbliche continuano a ripetere che gli ungulati sono un problema che va risolto nel più breve tempo possibile, che la comunità non può più tollerare i danni causati alle colture agricole e quelli derivanti dagli incidenti stradali.

Quando poi andiamo a trattare con gli uffici burocratici dell’amministrazione provinciale ci troviamo purtroppo in una situazione che ben poco ha in comune con quanto pubblicamente dichiarato Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

M5S: per combattere i danni dei cinghiali escludere la caccia

Novembre 12, 2014 in Politica

m5sIl gruppo M5S alla Camera, con un post sul blog di Beppe Grillo, rende noto che in Commissione Agricoltura è stata approvata una risoluzione grillina sul tema dei danni all’agricoltura causati dal cinghiale. Ovviamente, vista la natura anticaccia dei Cinque Stelle, viene ritenuta del tutto inutile, se non addirittura dannosa, la gestione venatoria della specie. “Gli unici metodi efficaci per il contenimento di questo fenomeno – si legge nella nota grillina –sono quelli di natura non cruenta (cioè che non prevedono l’abbattimento degli animali), come riportano i documenti elaborati da numerosi enti di ricerca, quali ad esempio l’ISPRA”.

“Tutti gli impegni presenti nella nostra risoluzione – continua la nota –  sono stati accolti nel testo unitario a dimostrazione del fatto che al M5S Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Toscana: ungulati, critiche all’Ispra e politica venatoria

Novembre 5, 2014 in Ispra, Regione

Emergenza ungulati, in Toscana. Salvadori: «Situazione drammatica, Regione pronta a intervenire»
Critiche all’Ispra, ma la politica venatoria fallimentare è il vero problema

logo_regioneIn un comunicato la Regione Toscana riporta alcune delle testimonianze degli agricoltori che stamani a Firenze hanno partecipato al convegno promosso dalla Confederazione agricoltori della Toscana (Cia) sul tema “emergenza ungulati” al quale hanno partecipato, tra gli altri, il viceministro delle politiche agricole, Andrea Olivero e l’assessore all’agricoltura e foreste della Regione, Gianni Salvadori. Eccole: «Per la “faggeta vetusta”, cuore della foresta casentinese, si parla di una dichiarazione Unesco come “patrimonio dell’umanità”, ma la foresta sta soffrendo perché ci sono troppi ungulati».
«In una sola notte, nel mio campo a Suvereto, gli ungulati sono riusciti a distruggere 770 cocomeri, pronti per la raccolta». «I danni degli ungulati ai tronchi degli alberi, specie se fatti da piccoli, sono irreversibili e non si riesce più a lavorarli». «Gli ungulati mangiano i germogli Leggi il resto di questa voce →

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...